Skip to content

Una rassegna di spettacoli creati da scuole di teatro, laboratori tenuti da esperti negli istituti primari di primo e secondo grado e secondari di primo grado e corsi tenuti da esperti in altre realtà nel territorio di Verona e provincia. Un’opportunità di incontro e confronto. Incontro di varie realtà culturali che hanno la stessa finalità. Confronto tra queste ultime con l’obbiettivo di creare aggregazione e collaborazione fra le persone che le compongono. Sono le persone in scena e quelle in platea che in reciproco ascolto generano comunità.

Il teatro unisce. Unisce un gruppo, unisce età diverse. Unisce generazioni, unisce le persone. Attraverso le storie vere, inventate, tratte da libri, da fatti realmente accaduti o fatti assurdi, unisce il personaggio all’attore. Unisce il pubblico agli attori. Unisce la realtà alla finzione. Le porta a toccarsi, a sfiorarsi. Per quell’ora decidiamo noi cosa è reale e cosa finzione. Quest’anno il Festival del Teatro unisce la Scuola di Teatro di Altri Posti in Piedi ad altre quattro scuole di teatro. E ancora ospita tre associazioni che si occupano di disabilità e quattro associazioni culturali. Porta in scena più di 320 attori in una folle settimana con 23 spettacoli. Il Festival del Teatro si allarga, si allunga e continua a cambiare forma. Fa posto ai dilettanti, quelli che sanno cosa significa, il diletto: il divertimento. Fa posto ai bambini, ai giovani e agli adulti. In un teatro in continuo cambiamento, che si diverte e fa divertire. Perché “L’arte più nobile è quella di rendere gli altri felici”.